Capire il cambiamento climatico | Mostra a Milano

E’ la prima mostra dedicata ai cambiamenti climatici e ai suoi effetti effetti sul nostro pianeta. “Capire il cambiamento climatico” in collaborazione con National Geographic Society e Società Meteorologica Italiana sarà aperta dal 7 marzo al 26 maggio 2019, presso il Museo di Storia Naturale di Milano. Assolutamente da non perdere!

Iceberg in fusione ai margini dell’isola di Baffin (Artico Canadese)

A Milano, la mostra “Capire il cambiamento climatico” che ha aperto il 7 marzo, ha davvero anticipato tutte le dichiarazioni altisonanti e le proteste per il clima previste per il 15 Marzo 2019. 

Una mostra globale

No, “Capire il cambiamento climatico”, non è affatto la classica mostra solo per scuole e laboratori! Capire cosa sta avvenendo al nostro pianeta è fondamentale soprattutto per noi adulti, oggi più di sempre. Perché loro, i ragazzi, sembra che lo capiscano meglio di noi adulti: siamo davanti ad una emergenza globale! 

Forse perché loro, i giovanissimi, si sentono più forti a cambiare le cose e anche più minacciati dalle conseguenze terribili che si prospettano per il loro futuro. Forse perché noi adulti siamo diventati troppo abitudinari e poltroni e, si sa, le cattive abitudini sono dure a morire! Ma se poi saranno proprio queste abitudini a farci morire? Siamo disposti a cambiarle?

Attenzione, però, questo non è uno dei soliti scontri generazionali! E’ piuttosto una seria opportunità per vedere giovani e adulti cooperare insieme. Per questo domani sarà Global Strike!

Il riscaldamento globale è già tra noi

E’ difficile comprendere cosa significhino espressioni note come “innalzamento del riscaldamento globale” o “emissioni di gas serra” nella realtà dei fatti, o meglio, in Natura. Informare presto e bene l’Umanità sulla più grande sfida che ha di fronte è il primo grande obiettivo di questa mostra curata dallo scienziato Luca Mercalli, meteorologo e climatologo della Società Meteorologica Italiana

L’argomento è hot topic ovunque in questi giorni. Dai social ai tg, tutti ne parlano, tutti ne scrivono, come anche noi adesso. C’è tanto rumore, ma l’unica durissima realtà da comprendere è che stiamo distruggendo il nostro futuro. I cambiamenti climatici ci stanno uccidendo. Afferma Mercalli:

Viviamo in un momento cruciale della storia dell’umanità – l’Antroprocene – in cui la presa di coscienza delle popolazioni, la posizione dei governi, la rivoluzione tecnologica delle energie rinnovabili e la scelta etica di consumi più moderati rappresentano l’unica possibilità di invertire una marcia che ci porta verso tempi ostili. Come sottolinea l’IPCC occorrono al più presto “misure senza precedenti”.

Capire il cambiamento climatico | Mostra a Milano | National Geographic
Un pesciolino giapponese della Penisola di Izu, Honshu) nella sua tana-lattina

Capire la scienza grazie ad una comunicazione efficace ed emozionante

Portare le persone alla consapevolezza dello scenario attuale e delle possibili evoluzioni drammatiche è una mission di straordinaria importanza. L’esperienza immersiva della mostra è davvero molto efficace. Il visitatore che entra non potrà che rimanere senza parole, si ritroverà completamente avvolto, coinvolto da e in un mare di immagini fluttuanti. Inizia così un percorso esperienziale con installazioni digitali, olfattive e sonore. E vi assicuriamo che la commozione è dietro l’angolo!

I fenomeni climatici raccontati dal percorso espositivo 

Oltre 300 foto, scatti di una potenza e bellezza impressionante, realizzati dai più grandi fotografi del National Geographic, narrano la trasformazione del nostro Pianeta Terra. La potenza dello storytelling è ben curato da Studeo GroupDalla fusione dei ghiacci perenni che si riducono oltre 400 miliardi di tonnellate ogni anno, ai fenomeni meteorologici estremi come le ondate di caldo senza precedenti o l’incremento delle tempeste e gli uragani, all’aumento di periodi di intensa siccità all’aumento dei livelli dei mari di 3,4 millimetri all’anno.

Capire il cambiamento climatico | Mostra a Milano | National Geographic
Il grande ghiacciaio Bridge (Canada Occidentale) si è ritirato di ben 3 Km in soli 12 anni

Cambiare il nostro futuro? E’ ancora possibile!

Siamo tutti chiamati ad aprire occhi, orecchie, cuore. Tutti noi, ognuno nel suo piccolo grande ruolo di cittadino, consumatore possiamo essere i veri protagonisti della nostra evoluzione. E anche decisori politici e attori economici devono iniziare a cooperare per contrastare il cambiamento climatico.

La mostra si conclude con un’area molto interattiva e molto divertente. Attraverso pannelli informativi touch, il visitatore potrà apprendere molte informazioni per inquinare meno durante la vita di tutti i giorni. Cialde o moka? Lavastoviglie o lavello? Auto o bicicletta? Lavoro in ufficio o smart working? 

Il messaggio dell’ultima sala è semplice: ognuno di noi può compiere scelte utili e gesti appropriati per contrastare l’inquinamento. Alimentazione, consumi energetici, gestione dei rifiuti, igiene personale e della casa, trasporti si possono trasformare in comportamenti virtuosi solo se noi lo vogliamo. E il motivo è sintetizzato dalla call to action finale che chiude il percorso: “Cambiamo il nostro futuro“!

Cambiamento climatico: è già trend topic!

Questa settimana si è aperta con il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella che ha dichiarato senza mezzi termini:

 Siamo sull’orlo di una crisi climatica globale, per scongiurare la quale occorrono misure concordate a livello globale”

Il 13 Marzo, l’Onu ha pubblicato un dossier diretto ai leader mondiali che nel quale si afferma che l’inquinamento atmosferico causa ogni anno tra 6 e 7 milioni di morti, mentre l’uso degli antibiotici nella produzione alimentare farà sì che superbatteri resistenti diventeranno la prima causa di morte prematura degli esseri umani entro la metà del secolo. «Azioni urgenti a una dimensione senza precedenti sono necessarie per fermare e ribaltare la situazione», raccomanda una nota allegata al rapporto. L’Onu chiede una «decontaminazione» del comportamento umano, insistendo sul fatto che la situazione attuale è insostenibile.

Greta Thunberg, una ragazzina coraggiosa che vuole salvare il mondo 

E’ invece notizia di oggi che Greta Thunberg, è stata candidata al Nobel per la Pace. Una studentessa svedese di 16 anni è diventata così il simbolo e la rappresentante più conosciuta del nuovo movimento ambientalista studentesco (e non). La ragazzina dall’agosto 2018 sta portando avanti una protesta non violenta per chiedere ai governi di occuparsi più seriamente del cambiamento climatico,

E, domani, Venerdì 15 Marzo 2019, la settimana si chiuderà in tutte le piazze del mondo con il Global Strike, un immenso sciopero degli studenti con marce pacifiche per la salvaguardia del clima planetario. E’ possibile un grande coinvolgimento di genitori, professori, adulti e molti, moltissimi scienziati. A Torino è stato invitato il metereologo e climatologo Luca Mercalli, il curatore della mostra che vi abbiamo appena presentato.

FridaysforFuture ma soprattutto “Capire il cambiamento climatico”

In questi giorni, dunque, il tema è davvero bollente proprio come la temperatura nel nostro pianeta! E, a meno di ventiquattro ore dal Friday for Future più importante di sempre, vi consigliamo di correre subito a vivere questa mostra immersiva “Capire il cambiamento climatico“, che ricordiamo è nata dalla collaborazione tra National Geographic Society e la Società Meteorologica Italiana.

(Manuela Raganati)

Capire il cambiamento climatico | Mostra a Milano | National Geographic

La mostra è adatta ai bambini e i testi sono sia in lingua italiana che in lingua inglese. Alle famiglie sono riservati agevolazioni per l’acquisto dei biglietti e appuntamenti speciali su prenotazione.
Le visite guidate sono riservate a gruppi di 25 persone, alle scuole e sono organizzate su prenotazione. (Vedi qui)

DOVE SIAMO
Museo di Storia Naturale di Milano
Corso Venezia, 55 – Milano

APERTURA AL PUBBLICO
7 marzo – 26 maggio 2019
Dal martedì alla domenica 9.00-17.30, Chiuso lunedì

INFOPOINT
info@natgeoexperience.com
+39 02.88463337

Manuela Raganati Notizie, video e curiosità su meteo, clima, natura e ambiente selezionati per te dal team di Meteolandia.

Potrebbe interessarti anche: